Il trekking e' da secoli una delle maggiori attrazioni di Agerola, i sentieri, sospesi tra cielo e mare, sono stati e sono ancora meta ambita di un numero sempre maggiore di escursionisti che, in brevissimo tempo, possono spaziare dai lussureggianti sentieri dei Monti Lattari alle limpide acque del mare di Amalfi. Agerola essendo situata al centro dei Monti Lattari, e' senza dubbio uno dei piu' adatti alla pratica dell'escursionismo: dal paese ci si raccorda facilmente con una serie di sentieri che vanno attraversono tutta la catena montuosa dei Monti Lattari da Punta Campanella da un lato e la Badia di Cava dei Tirreni dall'altro. Agerola offre dunque tipologie di paesaggio molto diversificate, si va da profondi valloni incisi dai torrenti alle alte pareti rocciose da scalare fino a 1400m, e ci sono boschi sterminati di castagno, eremi medievali inaccessibili e affacci a strapiombo sul mare della costiera amalfitana, con la possibilita' di raggiungerne le acque nei pressi di Amalfi, Conca,Furore, Praiano e Positano. Cliccando sulla mappa potete accedere a delle informazione riassuntive dei vari sentieri. I sentieri sono abbastanza facili da percorrere ma per goderli appieno ( storia, annedoti, mestieri, flora, fauna ecc.) si consiglia l'aiuto di una guida sentieristica che fra le tante cose potrebbe organizzare anceh una piacevole tappa di ristoro , con degustazione deli prodotti tipici, direttamente sul percorso di alcuni sentieri. Di seguito l'elenco dei sentieri.

SENTIERO DEGLI DEI

Lunghezza 9 Km circa    Durata 5 h   Dislivello 650 mt.

Punto di partenza: Agerola – Piazza Paolo Capasso (Bomerano) Punto di Arrivo: Positano
Considerato uno tra gli itinerari escursionistici più belli del Mediterraneo, il Sentiero degli Dei offre lo sguardo su una tra le sky-line più suggestive e famose al mondo.
Questo percorso stupisce per il paesaggio costiero ove la dorsale dei monti Lattari scivola e sprofonda nell’azzurro del mare verso l’isola di Capri. L’incredibile itinerario racconta millenni di storia, e ancora oggi è vivo (tra miti e leggende) nell’animo della gente che lo abita.

SENTIERO ORRIDO DI PINO

Lunghezza 4 Km circa   

Il Sentiero Orrido di Pino, a dispetto del nome, consente una bellissima passeggiata lungo tutto il territorio di Agerola, da Bomerano a San Lazzaro, arrivando alla vicina Furore (località Pizzo Corvo).

La partenza del sentiero è in Località Tuoro (San Lazzaro). Tappe intermedie portano a seguire il corso del Fiume Penise, fino ad uno stretto guado situato nei pressi di un antico mulino. Passato il fiume, si cammina fino a Furore (Pino), risalendo poi nuovamente fino ad Agerola (Bomerano Parco Corona). Il sentiero è di facile percorrenza e, in poco tempo, mostra tutte le bellezze del territorio di Agerola.

SENTIERO DEI TRE CALLI

Lunghezza 6 Km circa   

Dal centro di Bomerano si prende la strada per località Pendola,proseguendo, poi, per Paipo. Si passa per il casino di Paipo (di epoca borbonica) e si procede fino alla sella di Capo Muro. Qui si piega a Sud seguendo il crinale del monte Calabrice, per giungere al Monte Tre Calli dove è possibile ammirare una veduta a 360 gradi su Agerola e la Costiera Amalfitana.

VALLE DELLE FERRIERE

Lunghezza 10 Km circa  

La spettacolare passeggiata da Agerola fino alla Piazza del Duomo e alle Spiagge di Amalfi, ha inizio a pochi passi dal Bed & Breakfast Nido degli Dei. Il Sentiero di Valle delle Ferriere, infatti, parte proprio da Via Radicosa Agerola e, attraverso la segnaletica CAI, porta in località Murillo, da dove ha inizio la suggestiva discesa verso Amalfi, attraversando una incredibile riserva di enorme valore naturalistico e storico.
Lungo il percorso si possono ammirare cascate, felci rare e secolari, oltre ad esemplari di animali come la salamandra e le rane. Prima di arrivare ad Amalfi, il percorso riserva il passaggio attraverso la zona che, un tempo, ospitava le Antiche Cartiere di Amalfi dove, sfruttando la forza di ruscelli e torrenti, l’acqua veniva impiegata nella produzione artigianale della famosa Carta di Amalfi. Un ultimo tratto, attraverso le interessanti coltivazioni a terrazza dei limoni di Amalfi e poi si arriva alla strada asfaltata. Prima di giungere al Duomo di Amalfi, è consigliata una breve visita al Museo della Carta di Amalfi. Poi, se la giornata lo consente, l’escursione a Valle delle Ferriere può concludersi con un rigenerante bagno nelle acque azzurre di Amalfi.